S.O.S. Pedofilia Parole per uccidere l’orco.

locandina xxx

Incontrare, comprendere e sviluppare, sono stati questi i principali obiettivi che hanno animato le intenzioni dei relatori nell’organizzazione dell’evento previsto per il 13 maggio “s.o.s pedofilia parole per uccidere l’orco”
Le parole rappresentano il frutto dell’incontro attraverso cui far conoscere gli elementi normativi, preventivi, educativi e psicologici, ponendoli in stretta correlazione con il sempre più difficile compito educatoriale generato dal rapporto tra genitori e figli.
Comprendere, quelle che sono le metodiche educative, psicologiche e di assistenza in grado di indirizzare il genitore verso un più proficuo, quotidiano e sereno confronto con i propri figli.
Sviluppare parole attraverso un contraddittorio, in cui genitori presenti all’evento si renderanno partecipi nel dire e contraddire su ciò che concerne le dinamiche del processo educativo, psicologico e normativo che in qualche modo può toccare da vicino gli aspetti concernenti, la pedofilia.
Inoltre, uno sguardo concreto alla normativa varata a seguito della decisione del Consiglio d’Europa riunitosi a Lanzarote e che in quella circostanza emanava direttive finalizzate a rafforzare e colmare le lacune normative esistenti negli ordinamenti giuridici degli stati aderenti, tra i quali appunto l’Italia.
Italia che conseguentemente alle decisioni del Consiglio Europeo, emanava la legge nr.172 del 2012 in cui non si limitò a novellare la precedente normativa, ma allo stesso tempo a prevedere una nuova fattispecie delittuosa prevista nell’art. 609 undecies del codice penale “adescamento dei minorenni”.
Il legislatore, nella circostanza, si spinse ben oltre i dettami espressi dal consiglio d’Europa prevedendo non solo l’ipotesi di adescamento on line ma inquadrando la stessa fattispecie nell’alveo dei reati cosiddetti di pericolo astratto, ovvero in grado da anticipare la soglia di punibilità sin dal momento ideativo del reato che il malintenzionato si era prefissato di portare a compimento.
A far da cornice all’evento il complesso scolastico dell’asilo nido “Grandi Dentro”.

All’evento gratuito possono partecipare tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

novanta due − ottanta tre =