La Psicopatia e le sue caratteristiche

di Francine Arioza

Francine Arioza
Francine Arioza

La psicopatia è un problema serio se così possiamo definirlo perché è molto diffuso e allo stesso tempo molto sottovalutato dalle persone. Non è facile accettare che certi tipi di persone esistano e che siano in grado di compiere atti crudeli e macabri, pensiamo che certe cose accadono solamente nei film, nei libri ma non è assolutamente così, il male vive tra noi e non smetterà mai di esistere.

Dopo aver letto libri sulla psicopatia ho potuto costatare con i miei occhi che purtroppo siamo circondati da persone psicopatiche, almeno 1% delle persone che hai conosciuto nella tua vita sia a lavoro, a scuola, era uno psicopatico. Non pensare che uno psicopatico è un assassino per forza, qualcuno che uccide, decapita corpi e stupra. Ovviamente ci sono gli psicopatici che uccidono anche in maniere crudele ma la maggior parte di quelli che ci circondano sono psicopatici che manipolano gli altri, mentono, usano le persone come oggetti e giocano con i loro sentimenti.Il primo studio sui psicopatici è stato pubblicato nel 1941 con il libro “ The mask of Sanity” (la maschera della sanità) scritto dallo psichiatra Hervey Cleckley. Lui sottolinea ciò che ho detto prima ovvero che la psicopatia è un problema molto conosciuto dalla società ma allo stesso tempo ignorata come tutto”.
In base agli studi di Cleckley lo psicologo canadese Robert Hare ha dedicato anni della sua vita in studi e nel 1991 è riuscito a “creare” un questionario chiamato la scala Hare che oggi è quella più usata per la classificazione degli psicopatici.
Secondo la classifica americana dei disturbi mentali, la personalità associale e psicopatica è di circa 3% negli uomini e 1% nelle donne. Ogni 100 persone che incrociano le nostre vite, tre o quattro di loro stanno praticando atti sbagliati anche crudeli. Gli psicopatici sembrano essere “normali”, cioè sembrano integrarsi perfettamente nella società. Provocano una buona impressione sugli altri ma, quando si alienano, tendono a chiudersi alla società.

Caratteristiche principali:

elementi della psicopatia
elementi della psicopatia

• Mancanza di senso di colpa. Incolpano gli altri per le proprie azioni riprovevoli.
Loro non hanno assolutamente rimorsi per le cose sbagliate che fanno e quando vengono scoperti non provano vergogna ma fingono che niente sia successo. Mettono la colpa sempre agli altri e cercano di manipolare terzi per farli credere che la loro vittima sia pazza e colpevole.
• Narcisismo eccessivo ed egocentrismo. Solo la loro volontà deve prevalere; sminuiscono gli altri, le loro opinioni e idee.
Tendono ad umiliare gli altri, hanno un forte senso di megalomania. Il mondo deve girare intorno a loro.
• Assenza di sentimenti. Si distanziano dall’umanità; non riescono a provare sentimenti come amore, compassione ed empatia;
è difficile accettare e credere a questo fatto ma gli psicopatici non provano sentimento ma sanno fingere benissimo. Anche se a volte sembrano innamorati non è altro che possedere l’altro per ingrandire il loro ego. Fingono di importarsi e di amare solo per ottenere ciò che vogliono o semplicemente per giocare.
• Illusione di mancanza di regole sociali. Cioè, per gli psicopatici non ci sono regole per vivere nella società, per loro possono essere infrante frequentemente.
Loro non hanno paura né sono in grado di provare vergogna o imbarazzo, si eccitano davanti a situazioni pericolose e illegali.
• Odio per gli impegni e i compromessi in amore. Hanno difficoltà a mantenere relazioni stabili.
Gli psicopatici sono bugiardi nati, non provano amore verso nessuno ma fingono sentimenti per puro piacere. Di solito si viene a scoprire che lo psicopatico aveva più di una relazione in contemporanea e tutto ciò era un grande gioco per lui.
• Alta espiazione in relazione al comportamento aggressivo (puniscono gli altri per le loro colpe), per questo fatto commettono diversi omicidi;
Non tutti gli psicopatici uccidono ma sono persone aggressive che spesso si mettono in mezzo a litigi e a offese verbali.
• Uso frequente di bugie senza alcuna ragione apparente.
Gli psicopatici come detto prima sono dei bugiardi nati, raccontano bugie sul loro lavoro, situazione economica, sentimentale per ingannare e/o adescare la vittima.
Dal momento che ci accorgiamo che abbiamo a che fare con uno psicopatico dobbiamo allontanarci immediatamente. Molte persone pensano che questo tipo di persona possa cambiare o guarire con il tempo ma non è così, più starai con questa persona più ti porterà in basso. Gli psicopatici sono dei vampiri che succhiano l’energia altrui, si nutrono della sofferenza degli altri e si eccitano con tutto ciò.
Queste sono alcune delle principali caratteristiche degli psicopatici, nel libro “ il lato oscuro del Brasile” troverete informazioni più dettagliate e conoscerete la storia di serial killer brasiliani psicopatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

settanta uno − = 67