Il Lato oscuro del Brasile di Francine Arioza

Coppia rivela dettagli della morte di un ragazzino durante un rituale di magia nera.

Francine Arioza la prima scrittrice brasiliana in Italia esperta in criminologia brasiliana racconta nel suo libro ” Il lato oscuro del Brasile” vari casi di sette e “religioni” che portano le persone a rovina causando nei casi più estremi la morte. Criminologia-aspetti ha il privilegio di pubblicare uno dei suoi racconti.
Si tratta della storia del piccolo Flanio un bambino di appena nove anni ucciso per mano di brutali assassini.

il piccolo
il piccolo Flavio da Silva Maceda di appena 9 anni
Sono stati accusati di averlo ucciso il bambino stringedogli un laccio al collo che gli ha reciso la testa per soli R$ 400 ricevuti da un sedicente santone.
Nel 2012 in Brasile Il ragazzo Flanio da Silva Macedo di 9 anni è stato ucciso durante un rituale macabro e crudele. Secondo la polizia furono in tutto cinque i carnefici che parteciparono al compimento dell’efferato crimine .
Tra questa la coppia Genival Rafael da Costa di 62 anni e Maria Edlueza da Silva di 51 anni confessarono il crimine e sono stati arrestati.
Furono tratti in arresto dalle autorità del luogo anche Ednaldo Justo dos Santos 33 anni e Edilson da Costa Silva di 31 anni.
Del sedicente Santone che a quanto pare commissionò l’efferato crimine ancora non è stato ancora rintracciato dagli organi della polizia locale.
Stando a quanto rivelato dagli investigatori, Flanio è stato fatto oggetto ripetutamente di violenza sessuale per circa 20 minuti prima di morire. Durante il brutale rituale gli fu applicato un laccio al collo schiacciato da un pezzo di legno, che provocò il netto distacco della testa del povero bambino dal proprio corpo.
La coppia a volta individuata, per il timore paura di essere linciata dalla popolazione locale si costituì spontaneamente alla polizia.
“Hanno raccontato di aver ricevuto R$400 dal santone per rapire il bambino e partecipare il rituale. Il ragazzo del Santone, riferì la coppia, doveva essere “offerto” in sacrificio ad una data entità.
La coppia inoltre circostanziò il suo racconto affermando che Genival e il santone prima di uccidere il bambino hanno ferocemente abusato sessualmente di lui”. Loro si erano “limitati” esclusivamente ad assistere al macabro rituale, tesi peraltro confermata da procuratore che si occupava del caso, anche gli altri due uomini hanno solo assistito al crimine senza parteciparvi.
Il luogo del ritrovamento del cadavere del bambino
Il luogo del ritrovamento del cadavere del bambino
Il bambino fu rapito mentre si stava recando a lavorare nel mercato. Il suo corpo fu trovato in fase di decomposizione in una località impervia difficile da raggiungere. La testa fu rinvenuta dagli investigatori a circa un metro dal corpo e priva di bulbi oculari, braccia e gambe legate e completamente nudo.
Vicino al corpo gli investigatori trovarono i resti di alcuni oggetti usati per compiere il macabro rituale, bambole vudu, piume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 + quattro =